TERREMOTO NORD ITALIA: L’IMPEGNO CARITAS

Tutte le Delegazioni regionali Caritas visitano le parrocchie gemellate nelle sette diocesi colpite. A Mirandola la nuova sede del Centro di Coordinamento di Caritas Italiana

Il 01.'8.2012 a Mirandola i referenti di Caritas Italiana e delle diocesi colpite dal sisma si riuniranno nella nuova sede del Centro di Coordinamento di Caritas Italiana per fare il punto sugli interventi in atto. “Un luogo emblematico – lo definisce il Presidente S.E. Mons. Merisi – che dà il senso della comunione e della collaborazione tra Chiese sorelle e consente un collegamento stabile con le realtà locali e la messa a punto di interventi che anche nel medio e lungo periodo riescano a rispondere in modo mirato ed equo alle necessità delle

diverse diocesi”.

In questi giorni nelle 7 diocesi colpite - Bologna, Ferrara-Comacchio, ModenaNonantola, Carpi, Reggio Emilia-Guastalla, Adria-Rovigo, Mantova - si stanno concretizzando le prime esperienze di prossimità promosse dalle Caritas diocesane e dalle Delegazioni regionali Caritas di tutta Italia, che hanno già visitato le parrocchie gemellate.

Parallelamente, grazie ai proventi della colletta nazionale del 10 giugno - che secondo le indicazioni della Conferenza Episcopale Italiana stanno pervenendo a Caritas Italiana - prende consistenza anche l’impegno diretto di quest’ultima per favorire la realizzazione di strutture comunitarie, “Centri di Comunità”, in alcuni dei comuni maggiormente colpiti.

Nella realizzazione di questi interventi sarà data priorità alle comunità che presentano le situazioni di maggiore criticità. Inoltre, per garantire risposte adeguate alle singole realtà su un territorio così ampio, facendo riferimento alla popolazione e alle parrocchie coinvolte, si prevedono quattro tipologie di centri, da 150 a 330 mq.

L’impegno della Caritas si protrarrà nel tempo, con un affiancamento costante nella fase della ricostruzione materiale e del tessuto sociale. Un impegno che trova forte sostegno da tutta Italia e anche dalle Caritas estere.

Particolarmente significativo il messaggio di condoglianze inviato da Caritas Haiti che, a due anni e mezzo dal sisma che l’ha devastata, sta ancora sperimentando la concreta vicinanza di Caritas Italiana.

Per sostenere gli interventi in corso si possono inviare offerte a Caritas Italiana tramite

C/C POSTALE N. 347013 specificando nella causale: “Terremoto Nord Italia 2012”.

Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:

? UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119

? Banca Prossima, via Aurelia 796, Roma – Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474

? Intesa Sanpaolo, via Aurelia 396/A, Roma – Iban: IT 95 M 03069 05098 100000005384

? Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113

? CartaSi (VISA e MasterCard) telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario d’ufficio)

con2b.it